Details & Wip

Signor Antonio (Senzatetto)

Tecnica mista (Acrilico, Carta, spray, gessetto) su legno - 80x100x1cm circa
Il Signor Antonio era un distinto senza tetto che sedeva su una panchina, in una piazzetta dove abitualmente passo per raggiungere il mio studio. Come a volte mi capita con persone che incontro di frequente camminando per strada, tendo a evitare un contatto con lo sguardo perchè temo poi di dover in qualche modo instaurarci un rapporto. Ed è andata esattamente così con il Signor Antonio le prime volte ho cercato di ignorarlo mentre gli passavo davanti, e quando poi la prima volta che l'ho guardato ho visto che mi stava osservando ho distolto lo sgaurdo.

La seconda volta che abbiamo avuto un contatto con gli occhi mi ha rivolto un accenno di sorriso, ma io quel giorno ero troppo perso nei miei pensieri e di malumore e non ho ricambaito il suo saluto.

Qualche giorno dopo, ripensandoci mi sono sentito una merda e quindi, quando sono ripassato davanti alla sua panchina e ho visto che era seduto lì come al solito, ho subito cercato i suoi occhi per restituirgli il sorriso e salutarlo.

Lui mi ha ignorato.

Da quel giorno, è iniziato un buffo gioco di tentativi di incontrare/evitare i nostri sguardi. Passo, lo guardo e lui non mi guarda, ripasso, mi guarda, non lo guardo, passo, mi guarda, lo guardo, non ci salutiamo, ripasso, non lo guardo, lui mi guarda e così via. Alla fine questo nostro strano modo di interagire è diventato il nostro rapporto.

Qualche giorno fa, ripassando davanti alla sua panchina il Signor Antonio non c'era. Al suo posto una candela rossa, di quelle da chiesa, e alcune note, bigliettini e scritte a pennarello sulla panchina. Il Signor Antonio è morto.

Di freddo, come Grumvalski.

Un vero e proprio shock. Niente più gioco di sguardi, niente più occasioni per salutarlo, provare a conoscerlo, conoscere la sua storia, magari sedendomi a chiacchierci.

Allora l'ho dipinto, l'ho dipinto per lui come omaggio alla sua vita spezzata e l'ho dipinto per me. Per ricordarmi di non avere paura di conoscere le persone, sopratutto quelle che ti rivolgono un sorriso.

Riposa in pace Antonio.
2021
Share